ArbitroUn portiere tenendo il pallone tra le mani lo fa rimbalzare prima di rinviarlo. Commette in questo modo infrazione?

No, perché deve considerarsi che il portiere non ha mai lasciato il possesso del pallone.

Se un portiere fa rimbalzare il pallone, può un avversario giocarlo quando tocca suolo?

No. L'arbitro dovrà assegnare un calcio di punizione indiretto.

Un portiere, trovandosi all'interno della propria area di rigore, dopo aver effettuato una parata, lancia il pallone con le mani. Il pallone finisce direttamente nella porta avversaria. La rete segnata dovrà essere convalidata?

Si, poiché non è commessa alcuna infrazione alle regole del gioco. (E' un caso che non potrà mai accadere, ma è bello da sapersi, in quanto un terreno di gioco può essere lungo da un minimo di 90 metri a un massimo di 120 metri).

ArbitroQuali sono i documenti che l'arbitro può utilizzare per identificare un calciatore prima dell'inizio della gara?

  1. Mediante un documento di riconoscimento ufficiale rilasciato dalle autorità competenti;
  2. Mediante una fotografia autenticata dal Comune di residenza o da altra Autorità all'uopo legittimata o da un Notaio;
  3. Mediante apposite tessere rilasciate dalle leghe, dal s.g.s e dai comitati;
  4. Attraverso la propria conoscenza personale.

E' utile ricordare che se un documento di riconoscimento ufficiale scaduto è comunque valido, le tessere rilasciate dalle varie leghe nel momento in cui scadono non sono più valide.

ArbitroQuali sono le riprese di gioco in cui non esiste il fuorigioco?

  • Calcio di rinvio;
  • Calcio d'angolo;
  • Rimessa laterale.

Un giocatore inoltre, non sarà mai in fuorigioco quando si trova sulla linea mediana del terreno di gioco, quando si trova in linea con il penultimo avversario, quando si trova sulla linea del pallone.

Che cosa si intende per carica?

L'atto di caricare un avversario può essere realizzato sotto le seguenti circostanze:

  • “spalla a spalla” (non al centro della schiena dell'avversario), tenendo conto delle differenze in altezza, peso, forza...;
  • con il pallone a distanza di gioco e senza usare braccia e gomiti;

Arbitro

Quali sono le persone ammesse nel terreno di gioco?

Per le gare organizzate dalla lega nazionale dilettanti in ambito regionale e dal settore per l'attività giovanile e scolastica sono ammessi nel recinto di gioco per ciascuna delle squadre interessate:

  • Un dirigente accompagnatore ufficiale;
  • Un medico sociale (deve attestare tramite documento la sua professione);
  • Un allenatore;
  • Un operatore sanitario designato dal medico, in mancanza, esclusivamente per il settore giovanile e scolastico e per i campionati della lnd di terza categoria, juniores, un dirigente;
  • I giocatori di riserva;
  • Per la sola società ospitante, un dirigente addetto agli ufficiali di gara.

Possono pure essere ammessi nel recinto di gioco, i raccattapalle, i fotografi, gli operatori cinematografi, i radiocronisti e i tele-operatori debitamente autorizzati dalla società ospitante, la quale se ne assume, la responsabilità del loro comportamento.

ArbitroParliamo di: CONDOTTA GRAVEMENTE SLEALE

L'espressione condotta gravemente sleale, prevede due diverse infrazioni punibili con l'espulsione del calciatore che...

A) impedisce alla squadra avversaria, toccando volontariamente il pallone con le mani:

  1. la segnatura di una rete
  2. un'evidente opportunità di segnare una rete.

B) impedisce ad un calciatore avversario che si dirige verso la porta, mediante un'infrazione punibile con un calcio di punizione o di rigore, un'evidente opportunità di segnare una rete.

Analizziamo ora nel dettaglio i due casi:

L'infrazione “A1” si riferisce a un caso facilmente identificabile: mentre il pallone sta per entrare in porta (a seguito di un tiro, di un colpo di testa, di una deviazione qualsiasi), un difendente per evitare che sia segnata una rete, impedisce al pallone di oltrepassare la linea di porta con un fallo di mano volontario.

Arbitro

A proposito di: FALLI DI MANO

Qualora il portiere dopo aver effettuato regolarmente una parata, per effetto dello slancio, esce dall'area di rigore con il pallone tra le mani, cosa farà l'arbitro?

Dovrà accordare un calcio di punizione diretto a favore della squadra avversaria senza prendere nessun provvedimento disciplinare.

In quali casi un portiere sarà espulso o ammonito quanto commette un'infrazione punibile con un calcio di punizione o di rigore?

Non ci sono differenze tra un qualsiasi calciatore ed un portiere, salvo il fatto che quest'ultimo all'interno della propria area di rigore può toccare il pallone con le mani, i provvedimenti disciplinari nei confronti del portiere sono assunti come nei confronti degli altri calciatori.

ArbitroA proposito di: CALCI DI PUNIZIONE

I calci di punizione si distinguono in: diretti e indiretti.

Se un calcio di punizione diretto è calciato direttamente nella porta avversaria, la rete è valida. Invece se un calcio di punizione indiretto viene calciato direttamente nella porta avversaria, il gioco verrà ripreso con un calcio di rinvio.

Su un calcio di punizione diretto o indiretto, non potrà mai essere segnata un autorete.

Se dovesse accadere, il gioco sarà ripreso con un calcio d'angolo.
Sui calci di punizione, il pallone sarà collocato nel punto in cui è stata commessa l'infrazione, il pallone deve essere fermo e sarà in gioco nel momento in cui si muove mentre gli avversari devono rispettare la distanza di m.9.15 dal pallone. Inoltre il calciatore che in occasione di  un calcio di punizione decide di alzare il pallone con uno o entrambi i piedi, non commette alcuna infrazione.

Arbitro

Nell'esecuzione di un calcio di rigore, l'incaricato, ultimata la rincorsa, può attardarsi nel calciare per indurre il portiere a muoversi in una direzione e successivamente calciare il pallone dall'altra?

No. Un azione del genere è assolutamente contraria allo spirito del gioco. Il calciatore dovrà essere ammonito e, se è stata segnata una rete, il calcio di rigore dovrà essere ribattuto; in caso contrario, sarà accordato un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria dal punto in cui è stata commessa l'infrazione.

Un calciatore effettua una rimessa laterale con i due piedi parzialmente dietro o sulla linea laterale oppure dentro il terreno di gioco con i talloni sulla linea laterale. Questo è permesso?

Si, purché almeno parzialmente i due piedi siano a terra sulla linea laterale o sul campo per destinazione.

Arbitro

A proposito di: METEO

Visto le particolari condizioni atmosferiche di questo periodo, andiamo a vedere cosa dice il regolamento in merito.

  1. Il giudizio sulla impraticabilità del terreno di gioco, per intemperie o altra causa, è di esclusiva competenza dell'arbitro designato a dirigere la gara.
  2. L'accertamento, alla presenza dei capitani delle squadre, deve essere eseguito all'ora fissato per l'inizio della gara, dopo la verifica della presenza delle due squadre e l'identificazione dei calciatori indicati nei prescritti elenchi.
  3. L'arbitro può procedere all'accertamento dell'impraticabilità del terreno di gioco prima dell'ora fissata per l'inizio della gara ove siano presenti i capitani delle squadre. Qualora l'impraticabilità fosse ritenuta non rimediabile entro l'ora fissata per l'inizio della gara, l'arbitro può prescindere dalla presenza e, quindi, dall'identificazione dei calciatori delle due squadre.

Arbitro

A proposito di: FAIR PLAY E GIOCATORI INFORTUNATI

Spesso, capita che sui nostri terreni di gioco, rimanga a terra un giocatore “infortunato” e la squadra avversaria per spirito sportivo, calci il pallone al di fuori delle linee perimetrali per permettere ai sanitari di poter intervenire.

Succede poi che con la ripresa della gara, il pallone venga restituito dalla porta opposta del terreno di gioco rispetto a al punto in cui lo stesso  era  stato calciato fuori con le conseguenti arrabbiature di dirigenti e tifosi. Mi chiedo allora: è davvero questo il fair play che noi vogliamo vedere sui nostri terreni di gioco? E se il giocatore a terra non fosse davvero infortunato (purtroppo la televisione ci fa vedere che capitano anche queste cose)?

ArbitroA proposito di: PORTIERI

Andiamo a vedere alcuni aspetti regolamentari che riguardano la figura del portiere ed in particolare quello che può e non può fare durante una partita.

Al portiere non è consentito mantenere il controllo del pallone tra le mani per più di sei secondi.

Si considera che il portiere abbia il controllo del pallone:

  • quando mantiene il pallone tra le mani o tra la mano ed una superfice qualsiasi (ad esempio, il terreno, il proprio corpo);
  • quando tiene il pallone sulla mano aperta;
  • quando fa rimbalzare il pallone sul terreno o lo lancia in aria per calciarlo.

ArbitroA proposito di: GOL O NON GOL

Analizziamo cosa dice il regolamento del gioco del calcio a proposito sulla segnatura di una rete, ma in modo particolare cosa succede se viene segnata una rete in determinate riprese di gioco.

“Una rete è segnata quando il pallone ha interamente superato la linea di porta tra i pali e sotto la traversa, a condizione che nessuna infrazione alle regole del gioco sia stata precedentemente commessa dalla squadra che ha segnato una rete”.

ArbitroNell'esecuzione di un calcio di rigore, l'incaricato, ultimata la rincorsa, può attardarsi nel calciare per indurre il portiere a muoversi in una direzione e successivamente calciare il pallone nell'altra?

No. Un'azione del genere è assolutamente contraria allo spirito del gioco. Il calciatore colpevole dovrà essere ammonito e, se è stata segnata una rete, il calcio di rigore dovrà essere ripetuto; in caso contrario, sarà accordato un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria dal punto in cui è avvenuta l'infrazione.

Un calciatore titolare, si trova nel campo per destinazione , mentre il gioco è in svolgimento, protende una parte del corpo toccando volontariamente il pallone sul terreno di gioco. Cosa farà l'arbitro?

ArbitroAd un calciatore è consentito esultare dopo una rete?

Si, purché tale manifestazione non ecceda per modalità e/o durata (ad esempio se il calciatore si attarda fuori dal terreno di gioco o si arrampica sulla rete di recinzione, si copre il volto con la maglia o se la toglie del tutto). Verificandosi tali comportamenti, il calciatore deve essere ammonito.

Un calciatore volontariamente calcia il pallone verso il proprio portiere (all'interno della propria area di rigore) che se ne avvede in ritardo e, per evitare una autorete o che un avversario se ne impossessi con l'evidente opportunità di segnare una rete, lo devia con le mani in angolo. Come si comporterà l'arbitro?

Accorderà un calcio di punizione indiretto nel punto in cui si trovava il portiere ha toccato il pallone con le mani, senza assumere alcun provvedimento disciplinare.

ArbitroUn difensore inizia a trattenere un avversario fuori dell'area di rigore, ma finisce di trattenerlo all'interno di detta area. Dove dovrà ritenersi concretizzata l'infrazione e quale deve essere la decisione dell'arbitro?

Accorderà un calcio di rigore, perché il fallo si è concretizzato all'interno dell'area.

Che cosa si intende per carica?

L'atto di caricare un avversario può essere realizzato sotto le seguenti circostanze:

  • “spalla a spalla” (non al centro della schiena dell'avversario), tenendo conto delle differenze in altezza, peso, forza;
  • con il pallone a distanza di gioco e senza usare braccia o gomiti;
  • con uno o entrambi i piedi a contatto con il suolo del terreno di gioco.

E' un infrazione caricare un avversario in un modo negligente, imprudente o con vigoria sproporzionata.

ArbitroPuò un calciatore prendere la parte alla gara indossando gli occhiali?

E' facoltà dell'arbitro far  partecipare alla gara il giocatore oppure no. Infatti il regolamento cita testualmente: “con le nuove tecnologie, sono prodotti occhiali da sport più sicuri, sia per chi li indossa, sia per gli altri calciatori; gli arbitri devono mostrarsi tolleranti in merito all'autorizzazione per il loro uso, particolarmente nel caso dei giovani calciatori”. Quindi non c'è l'obbligatorietà nel far partecipare un giocatore che utilizza gli occhiali.