Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire i servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookies policy

Cliccando su "Ok" acconsenti all’uso dei cookie.

Bodigoi

 

CURIOSANDO TRA LE REGOLE DEL GIOCO DEL CALCIO

ottava puntata

 

Nell'esecuzione di un calcio di rigore, l'incaricato, ultimata la rincorsa, può attardarsi nel calciare per indurre il portiere a muoversi in una direzione e successivamente calciare il pallone dall'altra?
No. Un azione del genere è assolutamente contraria allo spirito del gioco. Il calciatore dovrà essere ammonito e, se è stata segnata una rete, il calcio di rigore dovrà essere ribattuto; in caso contrario, sarà accordato un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria dal punto in cui è stata commessa l'infrazione.



Un calciatore effettua una rimessa laterale con i due piedi parzialmente dietro o sulla linea laterale oppure dentro il terreno di gioco con i talloni sulla linea laterale. Questo è permesso?

Si, purché almeno parzialmente i due piedi siano a terra sulla linea laterale o sul campo per destinazione

A proposito di calciatori ritardatari:

  1. I calciatori ritardatari(titolari), anche se non iscritti in elenco, hanno diritto di prendere parte al gioco in qualsiasi momento della gara, previa identificazione e comunque con l'assenso dell'arbitro,

  2. I calciatori di riserva ritardatari, purché già iscritti nell'elenco di gara prima dell'inizio della stessa, hanno diritto di prendere parte al gioco in qualsiasi momento della gara, previa loro identificazione da parte della gara

 

Che cosa si intende per vantaggio?
L'arbitro deve lasciare proseguire il gioco, in presenza di un'infrazione, nei casi assolutamente evidenti in cui ritiene che interrompendolo risulterebbe avvantaggiata la squadra che ha commesso l'infrazione stessa. Qualora il presunto vantaggio non si concretizzi nell'immediatezza (entro 1-2 secondi), l'arbitro interromperà il gioco e punirà l'infrazione iniziale. Sia che interrompa il gioco o no, l'arbitro, se necessario, dovrà comunque assumere l'eventuale sanzione disciplinare.

 

Un calciatore privo di tessera federale o di un qualsiasi altro documento di riconoscimento, chiede di partecipare alla gara rilasciando all'arbitro una dichiarazione circa la propria identità. Come dovrà regolarsi l'arbitro?
Prima di consentire la presenza dei calciatori all'interno del recinto di gioco, l'arbitro deve procedere ad identificarli tramite tessera federale non scaduta, con un documento di identificazione rilasciata dalle “autorità competenti” (patente, passaporto, carta d'identità) o con una fotocopia autenticata di un documento o tramite conoscenza personale. Nel caso in specie, se l'arbitro non riconosce il giocatore tramite la propria conoscenza, non sarà ammesso al interno del recinto di gioco.

 

A che distanza devo stare gli avversari in occasione di una rimessa laterale?
Ad almeno due metri dal punto in cui deve essere eseguita.

Ricerca

I nostri Sponsor

Copyright U.P. Reanese © 2013. All Rights Reserved.